Lo scrittore improvvisato

Scrivi che ti passa. Potrebbe essere la massima che mi ha portato alla ricerca di uno spazio all'interno del quale scrivere per il solo gusto di farlo. In realtà, "nulla mi deve passare" e non esiste un preciso motivo per cui questo blog ha visto la luce. Semplicemente, avevo voglia di scrivere ed ho deciso di farlo, senza per questo sentire la necessita di farmi pubblicità. Per questo non esiste un motivo valido per rivelare la mia identità, che tanto per fugare qualsiasi dubbio non è altro che l'identità di un normalissimo cittadino, che un giorno, per dare seguito ad un semplice ma costante impulso ha deciso di scrivere, mettendo a disposizione di chi lo vorrà le sue idee e la sua voglia di rimanere dentro l'infinito mondo della rete, nel quale potrà essere individuato, letto e condiviso. Non ci sarà modo, per chi legge, di trovare aneddoti utili all'interno di questo blog, che di fatto non serve a niente e a nessuno, fatta eccezione per chi lo scrive. Pertanto non sarà di nessuna utilità lamentare errori di ortografia, grammaticali piuttosto che di lessico, se non vi piace ciò che leggete potete tranquillamente andare oltre, lasciando a me questo piccolo spazio all'interno del quale riverso le mie riflessioni soltanto per dare soddisfazione ad una piccola parte di me che vuole esprimersi per il solo gusto di farlo, senza ambizioni o mire particolari. Una cosa semplice, del rsto non sono quelle semplici lòe cose più belle?

Mandami un messaggio. Fammi sapere cosa ne pensi

© 2023 by Train of Thoughts. Proudly created with Wix.com